Elezioni 2019 – Con la “mmesca francesca” scompaiono destra e sinistra

In effetti qualche dubbio lo avevamo da tempo su chi era di destra e chi di sinistra, ora le indiscrezioni sulla composizione delle liste comunali ci conferma che avevamo visto giusto.

In linea con la politica nazionale, un po’ in ritardo, i nostri impavidi candidati al seggio comunale si stanno mischiando in ordine sparso facendo trasparire che non contano le idee ma gli interessi personali.

Se non c’è posto in una lista si passa all’altra. Tanto che cambia.

Certo i difensori del paesaggio, dei beni comuni, anti TAV,  troveranno ospitalità nella lista che è di destra, ma neanche immagina quanto. E a sinistra, per modo di dire, si affolleranno tutti gli esclusi compreso gli ex candidati di destra. Che male c’è.

Anche Gaber infondo da tempo aveva indicato che si stava facendo un po’ di confusione e forse bisognava ricondurre le scelte politiche al bene della collettività.

Basta una frase così e ci accorgiamo che forse è un po’ di sinistra.

Io mi auguro per la nostra comunità che nei prossimi anni possa avere una amministrazione decente. Mi accontento di poco non potendo sperare di più.

Destra e sinistra – Giorgio Gaber

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *